Tabs, Capsule, Bottoms, NutriBalls e Sticks per Fertilizzare le Piante Acquatiche

In: Fertilizzazione in Acquario Su: sabato, luglio 25, 2015 Colpire: 4494
Tabs, Capsule, Bottoms, NutriBalls e Sticks per fertilizzare le Piante Acquatiche attraverso le radici. La fertilizzazione del fondo funge da...

Molte persone pensano che l’utilizzo di Tabs, Capsule, Bottoms, NutriBalls e Sticks fertilizzanti come Bottoms della Vimi, le Capsules Tropica, le Tabs Seachem, etc. siano da usare solo per reintegrare terre allofane ormai vecchie ed esaurite. In realtà, l’utilizzo di questi prodotti è molto indicato anche in vasche low tech in cui spesso e volentieri si sceglie di utilizzare sabbie e ghiaini inerti. Infatti la regolare somministrazione ed integrazione del fondo attraverso l'inserimento di Tabs, Bottoms, etc., funge da riserva di nutrienti per le piante acquatiche che possono assorbire così gli elementi minerali in maniera diretta attraverso l'apparato radicale. In questo modo si garantisce un "magazzino" di elementi nel substrato a cui le piante possono attingere nel momento del bisogno soltanto per via radicale, in modo semplice ed immediato. Ciò evita concentrazioni troppo alte di nutrienti nell'acqua nel caso vengano utilizzati esclusivamente fertilizzanti liquidi che al contrario stimolano moltissimo lo sviluppo delle Alghe. In presenza di piante epifite o comunque poco esigenti, ci si pone il limite di dover mantenere una bassa fertilizzazione in colonna per evitare un eccessivo accumulo in vasca di nutrienti che, non venendo consumati dal lento metabolismo di questo tipo di piante, finirebbero per favorire la crescita delle alghe.

Ecco che in questi casi l’utilizzo di Tabs, Capsule, Bottoms, etc., rimane una soluzione efficace e senza controindicazioni. L’inserimento nel substrato di questi prodotti permette di fornire i nutrienti direttamente alle piante che ne hanno più bisogno senza andare a modificare la composizione chimica dell’acqua in vasca.

 

Una soluzione mirata e gradita alle piante che se opportunamente stimolate, mediante la somministrazione di potassio, tenderanno maggiormente ad assimilare gli elementi necessari direttamente dall’apparato radicale. Stesso utilizzo se ne può fare nella coltivazioni di piante più esigenti e dotate di apparati radicali imponenti, come Eriocaulon sp., Echinodorus sp., Cryptocoryne sp., etc.. Questa tipologia di piante predilige all’assorbimento fogliare l’assorbimento per via radicale e traggono enormi ed immediati benefici con l’utilizzo dei vari fertilizzanti da fondo come Capsule, Bottoms e Tabs fertilizzanti.

 

Inoltre prodotti come Seachem, Tropica, Vimi, Dennerle, ADA, etc., consentono di scegliere il fertilizzante da fondo più congeniale alle nostre piante esistendone tipi ad immediata o lenta cessione e contenenti sia Micro che Macro elementi. In particolare la tipologia a lunga cessione ritorna molto utile per esempio, nei periodi in cui dobbiamo necessariamente interrompere la fertilizzazione in colonna, come nei periodi delle nostre vacanze o in presenza di Alghe. Il loro utilizzo rimane in ogni caso molto semplice ed è possibile inserirle nel substrato nelle vicinanze delle piante utilizzando le dita o aiutandosi con una pinzetta fino a collocarle a metà altezza del nostro fondo per una profondità di almeno 3cm.


Per maggiori informazioni visita il nostro Forum Ufficiale