Wabikusa 

Wabikusa

Il presente articolo rappresenta il il primo significativo trattato a riguardo apparso in occidente e potra' quindi rappresentare un utile punto di riferimento per chi volesse cimentarsi nella realizzazione nonchè mantenimento dei Wabi-kusa sia in emersione che in acquario. I famosi Wabi-kusa, sono diffusi maggiormente tra i bonsaisti ormai da a...

Il presente articolo rappresenta il il primo significativo trattato a riguardo apparso in occidente e potra' quindi rappresentare un utile punto di riferimento per chi volesse cimentarsi nella realizzazione nonchè mantenimento dei Wabi-kusa sia in emersione che in acquario. I famosi Wabi-kusa, sono diffusi maggiormente tra i bonsaisti ormai da anni e vengono considerati i Bonsai dei poveri perchè possono essere realizzati con una enorme varietà di piante facilmente reperibili e di costo contenuto. Le specie impiegate spesso sono erbacee che contribuiscono a creare un insieme gradevole quando accostate a piante arbustive come rose selvatiche, pruni, etc., scelte per via dei loro spettacolari fioriture. Mr. Takashi Amano ha realizzato per la prima volta Wabikusa utilizzando piante acquatiche coltivate in emersione al fine di avere composizioni già pronte composte da numerose specie incluse da aggiungere direttamente in acquario senza effettuare interventi di piantumazione a volte complessi e non alla portata di tutti. Il concetto è molto semplice, si fornisce un materiale già precostituito (prodotto nelle apposite serre florovivaistiche) che può essere inserito in vasca e posizionato in base alle piante presenti sul Wabikusa: quelli con specie a stelo vengono posti nella parte posteriore dell'acquario, quelli con piante più basse nell'intermezzo ed infine quelli costituiti da piante come G. elatinoides, H. callitrichoides, etc davanti per formare pratini. La cosa interessante è che non si fa uso di nient'altro, basta aggiungere un leggero strato di ghiaino in quanto i Wabikusa hanno all'interno substrati molti ricchi di sostanze nutritive (es. Ketotsuchi) che soddisfano le esigenze delle piante per lungo tempo. E' bene specificare che anche i Wabikusa di piante acquatiche possono essere utilizzati come arredo nelle abitazioni con la possibilità di vivere all'aperto senza particolari problemi. Basta porre un piattino su cui deve essere sempre presente un velo d'acqua in modo da tenere la sfera di terriccio sempre umida. Tali composizioni sono presenti nella cultura nipponica da vari secoli come per i Bonsai, Ikebana, etc..

Più
Non ci sono prodotti in questa categoria.